A Natale Banca d’Alba regala e-book reader per i piccoli pazienti

Quest’anno gli auguri dei Soci vanno all’Ospedale Michele e Pietro Ferrero, dove sarà presto consegnata una serie di e-book reader – supporti multimediali di lettura di ultima generazione – con 100 titoli di letteratura per bambini collegati alla Biblioteca Civica Giovanni Ferrero di Alba a disposizione di tutti i piccoli pazienti ricoverati.

Un progetto che, sempre in rappresentanza di tutti i Soci, la Banca ha fortemente voluto anche per dare continuità “all’adozione” dell’intero reparto dell’ospedale unico all’epoca della campagna “Adotta una stanza” promossa dalla Fondazione Ospedale Alba-Bra (di cui la stessa Banca è socia), per dotare la nuova struttura di camere di degenza e arredi allineati ai più alti livelli di comfort e dotati delle migliori attrezzature mediche.

Il Natale 2023 diventa quindi l’occasione per ribadire lo spirito di generosità e di cooperazione di Banca d’Alba, sempre vicina al suo territorio di competenza e attenta ai bisogni della sua gente. Ma anche per promuovere un’iniziativa culturale che può facilitare nuovi aspetti della relazione con il paziente, della sua cura e dell’umanizzazione dell’intera struttura ospedaliera. “In un’epoca in cui si legge forse meno e si tende di più a fare riferimento ad altri strumenti di informazione, il pensiero di Banca d’Alba nei confronti del nostro reparto è un’opportunità rara e preziosa – commenta Alessandro Vigo, direttore della Struttura complessa di Pediatria dell’Asl Cn2 –. È molto incoraggiante sapere di avere accanto enti e realtà, che costantemente ci dimostrano vicinanza e supporto. È un segnale di fiducia nei confronti del nostro lavoro, che ci mette nelle condizioni di lavorare ancora meglio”.

Il progetto, nato con la collaborazione della Biblioteca Civica albese, andrà incrementandosi con l’aggiunta di altri titoli. Inoltre, la Banca intende continuare il suo impegno nei confronti del reparto dedicato ai bambini del Ferrero adottando anche il “Centro del Sonno pediatrico” avviato a Verduno dal primario Vigo e la sua équipe, per indagare e approfondire i disturbi del sonno in età infantile che possono essere causa di problemi o patologie legati soprattutto alla respirazione. “Stiamo lavorando molto bene in questo senso e siamo felici che la nostra attività sia tanto apprezzata” aggiunge Vigo.

Grazie anche a Banca d’Alba, continua quindi l’iniziativa di umanizzazione di tutta l’Area pediatrica del Michele e Pietro Ferrero a cura della Fondazione Ospedale Alba-Bra, promuovendo un altissimo standard tecnologico e di assistenza, realizzando ambienti che donano serenità, aiutando a creare le condizioni ideali per accettare le cure e favorendo una buona comunicazione con il personale medico.