Resoconto delle risultanze delle decisioni assunte

Assemblea dei Soci 2021

Si è svolta martedì 27 aprile l’Assemblea dei Soci di Banca d’Alba, in modalità a distanza in ottemperanza alle vigenti indicazioni sanitarie; il rappresentante designato ha recepito le deleghe e le istruzioni di voto dei Soci che hanno quindi approvato il bilancio di esercizio 2020 con tutti gli indicatori in crescita: il patrimonio della banca, cresciuto di 150 milioni nel decennio, ha raggiunto i 368 milioni. I volumi sono aumentati nell’ultimo anno di 700 milioni, fino a raggiungere i 10,5 miliardi complessivi mentre l’utile è salito a oltre 14 milioni di euro, dopo accantonamenti molto prudenziali. Le sofferenze si attestano al 0,7%, numero tra i più bassi nel sistema bancario nazionale.

I Soci che hanno conferito delega al rappresentante designato hanno approvato tutti gli altri punti all’ordine del giorno: la proposta di destinazione del risultato d’esercizio, concordando con il Consiglio di Amministrazione la ripartizione dell’utile, il bilancio consolidato, l’informativa sull’attuazione delle politiche di remunerazione, la determinazione del numero degli amministratori e il nuovo regolamento assembleare ed elettorale.

Sono aumentati i clienti, ormai più di 165mila, ma il dato che inorgoglisce maggiormente i vertici di Banca d’Alba è il raggiungimento dei 60.000 Soci, dato che consolida il primato nazionale e che acquista un valore ancora maggiore se si pensa che il 18% sono Soci sotto i trent’anni di età.

Quest’anno Banca d’Alba aprirà due nuove filiali: una a Nizza Monferrato e una a Genova.