ll Codice di Condotta Anticorruzione di Gruppo è approvato dal Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca e dagli organi amministrativi di tutte le Società del Gruppo.

Il Codice di Condotta Anticorruzione di Gruppo testimonia in modo articolato l’impegno del Gruppo Iccrea nella lotta al fenomeno della corruzione, promuovendo e diffondendo una cultura del rischio e una consapevolezza del sistema dei controlli interni in essere, anche attraverso la definizione di principi per l’individuazione e la prevenzione di potenziali comportamenti che non siano in linea con i principi etici promossi e adottati a livello di Gruppo.

Con il termine “corruzione” si intende un fenomeno che può assumere forme differenti, giuridicamente riconosciute e diversamente disciplinate nel panorama normativo nazionale e internazionale. In generale, si può definire la corruzione come l’offerta o l’accettazione, in via diretta o indiretta, di denaro o altre utilità che siano in grado di influenzare il ricevente, al fine di indurre o premiare l’esecuzione di una funzione/attività o l’omissione della stessa.

Chiunque voglia segnalare situazioni potenzialmente non conformi al presente Codice e, in generale, comportamenti illeciti può inoltrare una segnalazione attraverso gli appositi canali whistleblowing disponibili presso il Gruppo.

Banca d’Alba garantisce i segnalanti, qualunque sia il canale utilizzato, da qualsiasi forma di ritorsione e discriminazione assicurando in ogni caso la massima riservatezza circa la loro identità, fatti salvi gli obblighi di legge.