Sono i primi in Italia ad aver coniato il termine.

“C’erano gli agriturismi, le agrimacellerie, ma ancora nessuno aveva messo insieme il concetto di azienda agricola e panetteria”.

Così, nel 2009, è nata a Villanova d’Asti l’Agripanetteria “La Cascinetta”.
“Siamo partiti con un’idea semplice: produrre pane, quello vero.
Da allora, ogni giorno sforniamo il nostro pane cotto nel forno a legna, grissini stirati a mano e biscotti artigianali, tra cui melighe, torcetti e pampavia, secondo le tradizionali ricette piemontesi”
.
Quella de “La Cascinetta” è la storia dei Soci Secondo Raviola, della moglie Renata e del genero Davide, la cui famiglia ha rilevato a metà del ‘900 l’antica azienda agricola che risale a oltre 150 anni fa.

Qui, dopo aver coltivato cereali principalmente per i bovini, il lavoro si è spostato su panificazione e produzione di prodotti con farine ricavate da grani antichi e macinate a pietra, poi sulla cottura nel forno a legna. “Abbiamo festeggiato i nostri primi dieci anni di un’attività di cui andiamo fieri – dicono Secondo e Renata –. Abbiamo fatto della passione il nostro lavoro e siamo sempre alla costante ricerca dei sapori autentici e del rispetto della natura”. Acqua, farina, lievito naturale e un pizzico di sale.
È questo, insieme con una buona dose di genuinità e amore per la terra e i suoi prodotti, il segreto dell’Agripanetteria “La Cascinetta”. “Siamo in piena campagna, ma in tanti vengono a cercarci, anche da Torino e dalle colline delle Langhe.
Siamo anche una fattoria didattica e accogliamo ogni anno tanti bambini delle scuole materne ed elementari, oltre che visitatori di ogni età e famiglie che vengono a trovarci per respirare aria buona e imparare dalla natura”.